OBIETTIVI DEL CORSO FORMATIVO

Il corso si propone di coadiuvare lo studente nella realizzazione della produzione di oggetti in uno stile assolutamente personale e di offrire assistenza nello sviluppo di un’attività creativa che converga in uno sbocco professionale nel mondo della moda, del design e delle micro- industrie. L’idea è quella di riallacciare il lavoro artigianale alle direzioni guida del mercato.



PROPOSTA FORMATIVA

 

Per iniziare bastano pochi strumenti: forbici , tessuti, aghi , fili , bottoni e piccoli oggetti che puoi facilmente reperire. Stimolando la fantasia si impara a riassemblare materiali di tipo diverso. Per offrire un esempio si possono riciclare vecchi abiti rivalorizzandoli o dando vita a nuove creazioni.

Ognuno potrà scegliere il tipo di oggetto su cui vorrà approfondire la propria indagine. Potrà essere un pupazzo, un oggetto di design per l’arredamento, un complemento sia per l’abito Prêt-à-porter sia per l’abito di alta moda, pochettes, gioielli, zaini, accessori per i capelli e molto altro ancora.



FREQUENZA

Frequenza e durata del corso: minimo 3 mesi
Durata lezioni: dal lunedì al venerdì dalle 18.00 alle 20.00
                             o il sabato dalle 9.00 alle 12.00 e/o dalle 14.00 alle 17.00)

COSTO DEL CORSO

Iscrizione : 150,00 euro (una tantum che copre l'intero svolgimento del corso)

Rate mensili: a partire da 100,00 euro al mese (a seconda della frequenza scelta)

Contattaci  per iscriverti alla lezione di prova GRATUITA

 


CREATIVITÀ E FANTASIA

Il cucito non è un’invenzione recente. Già l‘uomo preistorico utilizzava tecniche del taglio e del cucito dando vita agli degli strumenti da lavoro, quali selci affilatissime per tagliare le pelli e punteruoli di osso, antenati dei nostri aghi, per bucare le pelli e infilarci liane e tendini.

In seguito, nell’età del Ferro, fu importante l’invenzione delle forbici, che sostituirono le selci. Nel Medioevo, troviamo la raffigurazione delle forbici in numerosi bassorilievi,
documenti importanti che raccontano della prolifica attività dei sarti.

Durante il Rinascimento invece è il ricamo a diventare un’arte e un’attività ambita da tutte le fanciulle di qualsiasi origine sociale. Ma è nell’Ottocento che l’arte del cucito diviene davvero moderna con l’invenzione da parte di Thimonnier nel 1829 della macchina per cucire.

Da qui si arriva ai giorni nostri in cui il cucito, non è più solo necessità bensì diviene un’attività creativa assestante, che trova la sua collocazione naturale nell’orbita del mondo della moda, del design e dello spettacolo. Quest’ambito comprende una vasta gamma di gadget che vanno dalla borsa new age ai grembiuli sfoggiati nei programmi televisi, agli accessori trend e di arredamento creativo per il design di interni.Quello che nella nostra tradizione italiana si chiama cucito creativo è stato rinominato nell’ambito del mercato globalizzato “gadget design” e da prospettive di sviluppo in svariate direzioni: dall’hobbistica individuale alla creazione di oggetti di stile.

Il cucito creativo è figlio del cucito tradizionale ma con l’aggiunta di molta creatività la quale offre degli sbocchi professionali in diversi tipi di mercato.

NORLEM ITALIAN FASHION SCHOOL NORLEM ITALIAN FASHION SCHOOL
Via Roma, 18 - 21047 Saronno (VA)
02.960 2190
info@norlemfs.it
Seguici su:

Facebook
Twitter
Google +
Pinterest
Youtube
Instagram
itenfrde